Sequestrate 2,4 tonnellate di botti illegali: 3 arresti nel Napoletano

Scoperto un laboratorio-deposito di petardi e altri fuochi illegali a Pomigliano d'Arco.

Con l’avvicinarsi della notte di San Silvestro si intensificano i controlli delle forze dell’ordine contro la produzione e il commercio abusivo di botti e petardi non a norma, illegali.

Tre persone, di 24, 23 e 19 anni, sono sono state arrestate questa mattina dai carabinieri a Pomigliano d’Arco, nel Napoletano.

Per una si sono aperte le porte del carcere, le altre due sono finite ai domiciliari, dopo che i carabinieri le avevano sorprese in flagranza di reato mentre confezionavano fuochi di artificio in un laboratorio, attrezzato di tutto punto, all’interno di un deposito in una zona non distante da diverse abitazioni.

I militari hanno così eseguito un’accurata perquisizione del locale trovando ben 2,4 tonnellate di fuochi illegali, posti sotto sequestro.

In via del tutto precauzionale nel corso del trasferimento dei petardi le famiglie residenti nello stabile vicino sono state momentaneamente evacuate.

Nel dettaglio sono stati sequestrati: 57.600 ordigni tipo “rendini”, 1.420 “cipolle”, 25 artifizi pirotecnici, 3 ordigni tipo “batteria napoletana”, 100 micce artigianali, 10 chili di polvere pirica sfusa e materiale e strumentazione per il confezionamento.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail