Grugliasco, aggredito a colpi di spranga: grave Umberto Toia, uno dei capi ultrà della Juventus

Stanotte l’uomo era in procinto di chiudere il proprio bar, il Black&White, quando una o più persone l’hanno sorpreso alle spalle e hanno cominciato a colpirlo più e più volte.


E’ stato aggredito con spranghe e bastoni mentre si trovava nel suo bar a Grugliasco, in provincia di Torino, e ora è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Martini del capoluogo piemontese. Vittime dell’agguato è il 48enne Umberto Toia, uno dei capi storici degli ultrà della Juventus e tuttora principale punto di riferimento della tifoseria ultrà juventina.

Stanotte l’uomo era in procinto di chiudere il proprio bar, il Black&White, quando una o più persone l’hanno sorpreso alle spalle e hanno cominciato a colpirlo più e più volte provocandogli fratture multiple al volto, alla mascella e alle gambe.

Difficile capire, al momento, se si sia trattato di un’aggressione a scopo di rapina o se possa essere invece collegata all’attività di Toia nella tifoseria juventina e quindi un regolamento di conti a essa collegata.

Del caso si sta occupando la Digos, mentre l’uomo è ricoverato in ospedale in gravi condizioni, non in pericolo di vita.

  • shares
  • Mail