Napoli, arrestato il figlio del boss Mario Fabbrocino

Giovanni Fabbrocino è accusato di estorsione aggravata dalle finalità mafiose e di tentata estorsione.


E’ finito in manette oggi grazie all’intervento dei carabinieri del comando provincia di Napoli il 39enne Giovanni Fabbrocino, figlio del boss Mario, attualmente detenuto in carcere, capo dell’omonimo storico clan attivo dagli anni ’70 tra i comuni di Nola e San Gennaro Vesuviano, in provincia di Napoli.

L’uomo era latitante da tempo ed è stato rintracciato nei pressi di piazza Garibaldi, nel capoluogo campano, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Napoli su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia.

Fabbrocino è accusato di estorsione aggravata dalle finalità mafiose e di tentata estorsione, reati compiuti ai danni di un’impresa di trasporti di San Giovanni Vesuviano, uno dei luoghi di influenza del clan Fabbrocino, ai quali il 39enne aveva imposto il trasporto, ovviamente gratuito, di alcune piante dalla Puglia a San Giovanni Vesuviano.

I titolari dell’azienda si erano rifiutati ed erano stati minacciati e aggrediti. Ora, al termine di lunghe e delicate indagini avviate nel settembre 2012, il giovane Fabbrocino è stato assicurato alla giustizia. L’uomo era già stato condannato per associazione camorristica.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail