Camorra, arrestato il boss della droga Raffaele Piscitelli: era latitante da 9 mesi

Piscitelli si nascondeva in un casolare abbandonato in località Casanova, sulla montagna di Durazzano, in provincia di Benevento.


E’ finita oggi, 24 dicembre, la latitanza del boss camorrista Raffaele Piscitelli, detto ’o cervinese, considerato dagli inquirenti il ras della droga nell’area di Maddaloni, in provincia di Caserta, affiliato al clan Carfora.

L’uomo è finito in manette dopo nove mesi di latitanza nel corso di una delicata operazione che ha visto impegnati circa 50 agenti del Nucleo Investigativo di Caserta col supporto degli uomini del settimo Nucleo elicotteri di Pontecagnano.

Piscitelli, il cui nome è saltato fuori anche lo scorso aprile nell’ambito di una maxi operazione antidroga tra Napoli e Caserta, si nascondeva in un casolare abbandonato in località Casanova, sulla montagna di Durazzano, in provincia di Benevento.

E così, al termine di una lunga indagine e a poche ore dal Natale, per Piscitelli si sono riaperte le porte del carcere.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail