Caserta, estorsioni: 4 arresti nel clan dei casalesi

In manette presunti esponenti della frangia Bidognetti del clan di camorra di Casal di Principe.

La Squadra Mobile di Caserta nella notte ha arrestato 4 persone in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Napoli ru richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia.

L’accusa a carico degli arrestati, presunti esponenti della frangia Bidognetti del clan casertano dei casalesi, sono di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso e dal fine di agevolare l'organizzazione di stampo camorristico di appartenenza.

Le indagini della polizia si sono appuntate su un gruppo di pregiudicati attivi nella riscossione delle estorsioni sul litorale domitio e soprattutto nell’area di Castel Volturno (CE). Gli indagati si presentavano davanti a commercianti e imprenditori “per conto di quelli di Casale" esigendo il pizzo.

Ma tra i casi oggetto dell’inchiesta c’è anche quello di un disoccupato residente a Castel Volturno a cui sarebbe stato imposto il pagamento di somme di denaro a titolo di tangente sulla raccolta abusiva delle pigne nella pineta del centro domitio.

La vittima dopo aver subito una violenta aggressione era stata costretta ad abbandonare la sua casa, perché non aveva i soldi richiesti dal clan.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail