Guru e Matteo Cambi: tutta la verità

Brutta storia il crack Guru: Matteo Cambi se la passa male, visto che secondo il suo stesso legale potrebbe essere scarcerato già nei prossimi giorni a causa di una forte crisi d'astinenza da cocaina, sostanza che ha evidentemente qualche problema a recuperare nel carcere di via Burla - nome a dir poco beffardo - di Parma. Su Cambi non servono molte parole: basta dare un'occhiata al video qui sopra.

Nel frattempo si fanno più chiare le posizioni degli amministratori della varie società satellite di Guru, dalla Blue Blood Jeans, alla Jam Session. Ecco cosa scrive a riguardo la Repubblica di Parma in particolare a riguardo di Patrick Nebiolo e Paolo Franchini:

Paolo Franchini è uomo di esperienza, negli anni '70 cono Ifim leasing ha scritto un pezzo di storia della provincia modenese, specie quella di Carpi dove il settore tessile è più sviluppato, la stessa cittadina da cui proviene Simona Vecchi e dove è nato, nel 1977, Matteo Cambi. La chiamata di Guru è stato il chiaro segnale che qualcosa non stava funzionando a dovere, vi era la necessità di un profondo controllo al settore finanziario aziendale. Prima dell'estate 2007 aveva già le idee chiare, ha relazionato ai titolari dell'azienda su quanto scoperto ed è poi arrivato alle denunce. Ma su questo sta già indagando da tempo, dal dicembre 2006, anche il nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza che ha già fornito le informazioni del caso al pm Lucia Russo che coordina le indagini.

Potete leggere qualcosa di più a riguardo del collassato enfant prodige del tessile su questa pagina.

  • shares
  • Mail