Piacenza: violentata da quando aveva 12 anni, arrestati zio e fratello maggiore

La ragazza, che ora ha 15 anni, è stata trasferita in una comunità protetta.


Terribile storia di violenza sessuale a Piacenza dove una ragazzina di 15 anni sarebbe stata costretta fin da quanto ne aveva 12 a subire gli abusi dello zio e del fratello maggiore.

L’adolescente solo dopo tre anni è riuscita a trovare la forza per ribellarsi e denunciare chi la violentava al comodo riparo delle mura domestiche.

Dopo le indagini, la squadra mobile della polizia ha arrestato un uomo di 39 anni, zio della ragazza che abitava con la sua famiglia, e il 21enne fratello maggiore. Entrambi gli arrestati sono originari della Costa d’Avorio:

"ma integrati nel tessuto sociale Piacentino da tempo"

spiegano gli inquirenti. Addirittura tra la ragazzina e lo zio si era:

"instaurata una relazione sentimentale".

E quando il fratello maggiore ha scoperto gli abusi, invece di denunciare tutto ne ha approfittato, costringendo la sorella ad avere rapporti sessuali dietro la minaccia:

"Se non fai come ti dico vado a dire a tutti quello che hai fatto".

L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal gip di Piacenza su richiesta del pm con con l'accusa di violenza sessuale. La ragazza è stata trasferita in una comunità protetta.

  • shares
  • Mail