Bergamo, rapina alle Poste con le scuse dei banditi: “siamo imprenditori in crisi”

I tre sono entrati in azione senza armi. Una cliente della struttura, una donna di 48 anni, si è sentita male in seguito all’irruzione dei banditi.


Curiosa rapina all’ufficio postale di Romano di Lombardia, in provincia di Bergamo, dove tre uomini col volto nascosto da sciarpe e cappellini hanno fatto irruzione e costretto i dipendenti a consegnar loro dei soldi.

Un bottino da mille euro, scrive oggi L’Eco di Bergamo, e nessun ferito. La particolarità del colpo, però, sta nelle presunte scuse che i tre banditi avrebbero rivolto ai dipendenti della struttura:

Chiediamo scusa, ma siamo imprenditori in difficoltà. Vi auguriamo un buon Natale.

Difficile capire, al momento, quanto ci sia di vero. I tre sono fuggiti facendo perdere le proprie tracce e solo quando e se saranno rintracciati e assicurati alla giustizia si scoprirà se si è trattato di una battuta o se davvero dietro a quel colpo da poche centinaia di euro si nascondano tre imprenditori massacrati dalla crisi.

I tre sono entrati in azione senza armi. Una cliente della struttura, una donna di 48 anni, si è sentita male in seguito all’irruzione dei banditi ed è stata soccorsa dal personale del 118.

  • shares
  • Mail