Varese: suora imputata per violenza sessuale su una minorenne

La ragazza all'eta di 26 anni si suicidò. La congregazione della suora è stata citata come responsabile civile nel processo.

Maria Angela Farè, 53enne suora della congregazione religiosa delle Figlie di Maria Ausiliatrice è alla sbarra a Busto Arsizio (Varese) per l’ accusa di abusi sessuali nei confronti di una ragazza minorenne all’epoca dei fatti contestati e che all'età di 26 anni si è poi tolta la vita.

La congregazione è stata citata come responsabile civile nel processo e potrebbe perciò risarcire i danni morali ai genitori della ragazza suicida, costituitisi parte civile.

Così ha stabilito il gip di Busto Arsizio Luca Labianca nell'udienza preliminare di ieri accogliendo la richiesta del legale della famiglia della giovane, avvocato Tiberio Massironi, per la mancata vigilanza della congregazione sul comportamento della suora.

La suora deve difendersi dall’accusa di violenza sessuale aggravata e atti persecutori per abusi che sarebbero iniziati nel 1997 in una parrocchia di Busto Arsizio quando la vittima aveva solo 12 anni, andando poi avanti per parecchi anni.

Quando a giugno del 2011 la ragazza si suicidò gli investigatori trovarono elementi utili ad aprire un’inchiesta: dei diari, dei video e anche delle missive scritte dalla suora. La religiosa intanto era stata trasferita in una scuola di formazione della provincia di Milano.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: