Cerchi lavoro e ti rubano i dati. Gli utenti di Monster nella rete del phishing

Fino a poco tempo fa cercavo lavoro anch'io su Monster, e aver letto questa notizia mi ha inquietato non poco. Una gang russa denominata "Phreak", ha lanciato degli attacchi al noto sito di ricerca lavoro per cercare di rubare dati personali dai curricula degli iscritti.

La truffa si muove in due direzioni: delle e-mail richiedono agli utenti di cliccare su un determinato link per aggiornare il proprio profilo, ma partono da un bot in Turchia; e allo stesso tempo i responsabili cercano di ottenere l'accesso agli account dei datori di lavoro e, di conseguenza, a centinaia o addirittura migliaia di CV. Secondo l’opinione di Greg Day, Security Analiyst di McAfee:

I criminali informatici stanno cercando tecniche sempre più diversificate e sofisticate per ottenere informazioni che possono avere valore economico. Se un cybercriminale è in grado di accedere a un gran numero di CV, le informazioni ottenute potrebbero essere facilmente utilizzate a intento doloso. Per i cybercriminali, infatti, i CV offrono una miniera di informazioni, e questo rappresenterebbe per loro un grande successo.

Via | VNUnet

  • shares
  • Mail