Cesano Boscone, donna uccisa e chiusa in un sacco

Sul posto sono subito arrivati i carabinieri della compagnia di Corsico, che stanno eseguendo tutti i rilievi del caso in attesa del medico legale.


    15.20: è di una donna, dall’età apparente di circa 60 anni, il cadavere rinvenuto stamattina nel cantiere edile di Cesano Boscone. Il corpo, fanno sapere gli inquirenti, era vestito ed eccezione dei piedi, nudi, che sbucavano dal sacco in cui era stato nascosto. Il cadavere non presentava evidenti ferite da taglio o armi da fuoco, ma aveva delle ecchimosi al volto e al collo compatibili con uno strangolamento. Sarà l’autopsia a fare maggiore chiarezza sull’accaduto.

Macabra scoperta a Cesano Boscone, in provincia di Milano, dove intorno alle 9 di oggi un operaio di un cantiere edile tra via Treno e via Kolbe ha rinvenuto il cadavere di un uomo, chiuso in un sacco e abbandonato davanti al cantiere.

Pochi i dubbi che la vittima, non ancora identificata, sia stata uccisa, ma sarà necessario attendere i rilievi della polizia scientifica per capire cosa sia accaduto.

Sul posto sono subito arrivati i carabinieri della compagnia di Corsico, che stanno eseguendo tutti i rilievi del caso in attesa del medico legale che, almeno a una prima analisi in vista dell’esame autoptico che sarà eseguito successivamente, potrà fornire qualche dettaglio in più sulla morte dell’uomo e aiutare gli inquirenti a fare chiarezza.

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail