Napoli, agguato in strada: ucciso il pregiudicato Raffaele Bonetti

L’ipotesi più accreditata, al momento, è che si sia trattato di un regolamento di conti all’interno del clan Lo Russo.

Ancora un agguato a Napoli, l’ennesimo delitto di Camorra che stavolta è costato la vita al 33enne Raffaele Bonetti, crivellato di colpi ieri sera a due passi dalla sua abitazione in via Valente, nel quartiere Miano.

Il giovane pregiudicato, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, sarebbe stato ucciso da almeno due persone che l’hanno atteso nei pressi di casa sua e l’hanno crivellato di colpi, uccidendolo in pochi istanti.

L’ipotesi più accreditata, al momento, è che si sia trattato di un regolamento di conti all’interno del clan Lo Russo, a cui Bonetti secondo gli inquirenti sarebbe stato affiliato.

Da escludere, quindi, che Raffaele Bonetti, sorvegliato speciale con denunce per droga, sia stata ucciso nell’ambito della faida tra il clan Savarese e quello dei Lo Russo.

Le indagini sono in corso.

  • shares
  • Mail