Omicidio del vigile Niccolò Savarino: pena ridotta a 9 anni e 8 mesi per Remi Nikolic

Pena ridotta in appello a 9 anni e 8 mesi di carcere per Remi Nikolic, il giovane assassino del vigile Niccolò Savarino.

Importante sconto di pena per Remi Nikolic, il giovane nomade condannato in primo grado a 15 anni di carcere per l'omicidio del vigile urbano Niccolò Savarino, investito ed ucciso da un SUV a Milano nel gennaio 2012.

Oggi il giovane, minorenne all’epoca dei fatti, si è visto ridurre la pena dai giudici della Corte d’Appello di Milano a 9 anni e 8 mesi di carcere, quasi la metà di quanto deciso in primo grado. Il motivo di questa riduzione è da ricercare nell’applicazione della massima estensione delle attenuanti generiche e della minore età dell'imputato.

L’accusa è rimasta quella di omicidio volontario, ma la pena è scesa sensibilmente. Sarà necessario, comunque, attendere le motivazioni della sentenza per saperne di più e capire come decideranno di comportarsi le parti coinvolte, anche se il ricorso in Cassazione sembra scontato.

Nikolic, lo ricordiamo, era alla guida del SUV che il 12 gennaio dello scorso anno investì ed uccise l'agente Savarino, che stava effettuando il normale servizio di controllo in un parcheggio. Il giovane, forse per paura di essere fermato ed arrestato, prese in pieno l'agente e lo trascinò per oltre 200 metri, uccidendolo.

Foto | © TMNews - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail