57enne ucciso a coltellate nel foggiano

Il corpo senza vita di Angelo Radatti, scomparso dalla sua casa di Apricena ieri pomeriggio, era dentro una Fiat Punto trovata nelle campagne di Poggio Imperiale.


    AGGIORNAMENTO 14.15 - Radatti sarebbe stato ucciso con una settantina di coltellate secondo quanto riporta l’Ansa. Un delitto d’impeto? Gli investigatori stanno scavando nella vita privata dell’uomo, a caccia di un killer che ha agito con ferocia. Esclusa la pista criminalità organizzata.

Omicidio a Poggio Imperiale, nel foggiano, dove stamattina è stato trovato il cadavere di Angelo Radatti, residente in provincia, ad Apricena, e titolare di una ditta di autospurgo.

L’uomo, di 57 anni, stato ucciso a colpi di coltello. Il suo cadavere è stato rinvenuto all’interno di una Fiat Punto bianca in una zona isolata, nelle campagne di Poggio Imperiale.

A dare l’allarme è stato un contadino che recandosi al lavoro nei campi alle prime luci del giorno ha notato la vettura con il corpo dentro. Sul posto sono arrivati i carabinieri del comando provinciale di Foggia che hanno eseguito i primi rilievi e avviato le indagini.

Radatti, coniugato e padre di quattro figli, era uscito di casa ieri pomeriggio senza fare più ritorno. L’uomo è stato assassinato con numerosi fendenti scagliati con un’arma da taglio, al torace e al petto.

Il 57enne aveva qualche vecchio precedente di polizia. Secondo quanto riporta La Gazzetta del Mezzogiorno, il cadavere è stato trovato riverso sul sedile lato passeggero dell’auto, vettura che chi ha compiuto il delitto ha tentato invano di dare alle fiamme per cancellare ogni traccia.

© Foto TMNews - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail