Donna scomparsa ad Ascoli: indagato un 58enne

L'uomo, con problemi di alcolismo, avrebbe investito la badante e poi gettato il corpo nel fiume Tronto.

Svolta nel caso della donna polacca scomparsa domenica scorsa ad Ascoli. Jadwiga Maria Stanczyk, badante di 53 anni, sarebbe stata investita con l’auto da un 58enne ascolano, mentre camminava sul ponte di San Filippo: l’uomo poi ne avrebbe gettato il corpo nel fiume Tronto, dove ora proseguono le ricerche, complicate dal maltempo.

L’indagato deve rispondere delle ipotesi di reato di omicidio colposo, omissione di soccorso, occultamento di cadavere o soppressione se il corpo della donna non venisse ritrovato.

L’uomo avrebbe agito in preda al panico, dopo l’incidente avrebbe infatti perso la testa gettando il corpo della badante 53enne nelle acque del Tronto. Seguendo l’ipotesi degli inquirenti rimane da stabilire se la donna fosse già morta dopo l’impatto con la vettura o meno.

All'indagato, che avrebbe problemi di alcolismo, è stata sequestrata l’auto: a denunciarlo sarebbe stato il suo carrozziere a cui lunedì aveva portato la vettura per farla riparare. Sulla carrozzeria c'erano infatti tracce di sangue. Contro l'uomo ci sarebbero anche le immagini riprese domenica mattina dalle telecamere di sicurezza poste lungo la strada che da Porta Maggiore conduce verso il ponte di San Filippo, dove sarebbe avvenuto l'incidente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail