Diego Montoya e il cartello di Norte del Valle

Diego MontoyaDon Diego Montoya, al secolo Diego León Montoya Sánchez, è stato uno dei boss del cartello di Norte del Valle, un cartello criminale attivo nel campo del traffico di stupefacenti a nord della regione di Valle del Cauca, in Colombia, fino al 10 settembre 2007, giorno del suo arresto da parte delle autorità colombiane.

Proprio a Don Diego, che è stato anche incluso nella lista dei Ten Most Wanted Fugitives redatta dall'FBI, si deve la crescita esponenziale di questo cartello, che dalla metà degli anni '90 è diventato una delle più potenti organizzazioni nel traffico illegale di stupefacenti.

Ma torniamo un pò indietro. Negli anni 80 esistevano tre cartelli colombiani: quello di Medellin, quello di Calì e quello di Norte Del Valle. I primi due entrarono in conflitto tra loro e la frammentazione che ne derivò spianò la strada al terzo, che restò compatto ed estremamente potente fino al 2003.

Capitanato da Don Diego, Wilber Varela, alias "Jabón" e Hernando Gómez Bustamante, alias "Rasguño", si calcola che tra il 1990 e il 2004 questo cartello abbia esportato, dalla Colombia agli Stati Uniti, più di 500 tonnellate di cocaina per un valore di ben 10 miliardi di dollari.

Ma non c'è solo il traffico di stupefacenti: sembra infatti che Don Diego e soci, attraverso il Messico, abbiano commissionato diversi omicidi nei confronti dei clan rivali e di sospetti informatori della polizia e, secondo quanto affermato dal RICO statunitense, alcuni membri del cartello sono stati anche militanti delle Forze Unite per la Difesa della Colombia (AUC), un gruppo terrorista paramilitare.

La forze di questo cartello era anche nei contatti che possedeva: è riuscito in più di un'occasione a corrompere le forze dell'ordine e giudici colombiani per bloccare le pratiche di estradizione di molti boss negli Stati Uniti e si è servito di intercettazioni telefoniche per prevedere le mosse delle organizzazioni rivali e delle forze di polizia.

Come dicevo, comunque, dal 2003 le cose non sono andate più tanto bene: a causa del sempre maggior numero di estradizioni negli Stati Uniti, alcuni membri importanti del cartello Norte Del Valle, inclusi Hernando Gómez, Wilber Varela, trovarono un accordo con la DEA, l'agenzia anti-droga statunitense.

Iniziò così la deframmentazione del cartello che portò ad una guerra tra le due fazioni, quella che appoggiava Montoya e quella fedele a Varela, con oltre mille omicidi in poco più di un anno nella regione di Valle del Cauca.

Dal 2004 una serie di arresti e sequestri affievolì ulteriormente il potere del cartello e molti altri membri si accordarono con la DEA ed entrarono a far parte del programma di protezione testimoni.

Dopo l'arresto di Montoya nel 2007 i rimanenti membri del cartello hanno iniziato a farsi la guerra per la leadership dell'organizzazione e alcuni possibili successori sono stati identificati dalle autorità e su ognuno di essi è stata quindi posta una taglia di circa 250.000 dollari.

Questo dovrebbe servire ad evitare una riorganizzazione del cartello Norte Del Valle e a tenere quindi sotto controllo il traffico di stupefacenti in Colombia.

  • shares
  • Mail