Lecce, si finge 21enne su Facebook e violenta una minorenne: indagato 61enne

La prima violenza sessuale sarebbe venuta in occasione del primo incontro, ma gli abusi sarebbero poi proseguiti in altre circostanze.

Sono pesantissime le accuse contestate dalla Procura di Lecce a un 16enne ex dipendente comunale di Tricase: sostituzione di persona, pornografia minorile, violenza sessuale e detenzione di materiale pedopornografico.

L’uomo, secondo quanto ricostruito, nel 2009 avrebbe creato un falso profilo su Facebook e, spacciandosi per un modello di 21 anni, avrebbe adescato una ragazzina di 16 anni. Messaggio dopo messaggio l’avrebbe convinta a incontrarlo e in quell’occasione avrebbe abusato sessualmente di lei.

Non potendo presentarsi come il 21enne per cui si spacciava online, il 61enne avrebbe detto alla giovanissima di essere stato mandato proprio dal giovane modello, impossibilitato a raggiungerla per un contrattempo.

La prima violenza sessuale sarebbe venuta in occasione del primo incontro, ma gli abusi sarebbero poi proseguiti in altre circostanze, fino a quando la giovane vittima ha trovato il coraggio di confessare tutto e far partire le indagini.

Ora, dopo mesi di approfondimenti e accertamenti, la Procura ha chiuso le indagini e si appresta a chiedere in rinvio a giudizio dell’uomo.

  • shares
  • Mail