Massico, guerra tra narcotrafficanti: trovati 67 cadaveri nelle fosse comuni a La Barca

I cadaveri, prontamente recuperati dalle autorità e trasferiti a Città del Messico per le autopsie, erano stati ammassati nelle fosse comune alla periferia della città.

I narcotrafficanti messicani tornano a colpire in modo eclatante, assicurandosi così risalto sui media internazionali. Nuovo massacro a La Barca, nello stato di Jalisco, al confine con lo stato di Michoacán, dove le autorità hanno rinvenuto 67 cadaveri abbandonati in 35 diverse fosse comuni.

La zona, secondo le autorità locali, è contesta tra il cartello dei Los Caballeros Templarios e Jalisco Nueva Generación e questo nuovo massacro sarebbe proprio da collegare alla guerra tra i due cartelli. Mancano ancora conferme ufficiali, ma sembra che a rivendicare quelle 67 morti siano stati proprio i membri di Jalisco Nueva Generación.

I cadaveri, prontamente recuperati dalle autorità e trasferiti a Città del Messico per le autopsie, erano stati ammassati nelle fosse comune alla periferia della città, al confine col comune di Vista Hermosa, nello stato messicano di Michoacán.

Secondo le prime indiscrezioni la 67 vittime, non ancora identificate, sarebbero state sequestrate e infine massacrate per aumentare il terrore dei cittadini e far capire ai narcos dei clan avversari che sono pronti a tutto per di ottenere il controllo del territorio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail