Milano, senegalese aggredisce e ferisce 6 persone: arrestato per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale

Ha aggredito fisicamente i due militari accorsi in aiuto delle due donne e si è avventato anche sui due soccorritori del 118 interventi sul posto.

Momenti di follia ieri mattina a Legnano, in provincia di Milano, fortunatamente senza conseguenze gravi. Un cittadino senegalese ha perso la testa mentre si trovava in viale Sabotino e ha cominciato ad aggredire le persone che si trovavano insieme a lui.

Ha iniziato a gridare frasi sconnesse, affermando di essere Dio e di dover redimere tutte le anime, e si è avventato sulla sua convivente, una donna italiana di 48 anni, e la figlia di quest’ultima, di 17 anni, e non si è fermato nemmeno dopo l’arrivo dei carabinieri, prontamente allertati dai passanti.

L’uomo, secondo quanto ricostruito, ha aggredito fisicamente i due militari accorsi in aiuto delle due donne e si è avventato anche sui due soccorritori del 118 interventi sul posto per dare supporto ai feriti, arrivando a mordere uno di loro.

Il bilancio, per fortuna, non è grave: la convivente dell’uomo ha riportato lesioni giudicate guaribili in 15 giorni, mentre la prognosi per sua figlia è stata di 30 giorni. Meno gravi le ferite dei due soccorritori e dei due carabinieri, ancora sotto osservazione.

L’uomo è stato prontamente arrestato - si è reso necessario l’intervento di cinque pattuglie dei carabinieri - e condotto nel carcere di Busto Arsizio con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail