Traffico internazionale di cocaina, spaccio nel Nord Italia: 16 arresti

Per tutti l'accusa è di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti aggravata dal carattere transnazionale. La droga arrivava da Santo Domingo per essere poi venduta in Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana e Veneto.

Blitz antidroga dei carabinieri del comando provinciale della Spezia che dalle prime luci del giorno di oggi hanno eseguito 16 arresti in 13 province italiane e anche in Spagna.

In manette sono finiti italiani e latino-americani, tutti accusati di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti aggravata dal carattere transnazionale.

L'organizzazione era dedita soprattutto al traffico e allo spaccio di cocaina, venduta per la maggiore parte a Milano e nel suo hinterland, anche se la droga veniva smerciata pure in altre regioni del Nord Italia: Liguria, Emilia Romagna, Toscana e Veneto.

A coordinare l'operazione dei carabinieri è stata la direzione distrettuale antimafia di Firenze. Secondo gli inquirenti il gruppo criminale aveva la sua base operativa a Montecatini Terme, in provincia di Pistoia, ed era capeggiata da dominicani che usavano come pusher italiani, boliviani e cubani.

La cocaina arrivava infatti da Santo Domingo e, via Spagna, raggiungeva il Nord Italia dove veniva poi smistata per la vendita al dettaglio. La Spezia era piazza principale per lo spaccio in Liguria. I militari dell’Arma nell'operazione hanno sequestrato sei chilogrammi circa di cocaina, gli indagati sono in tutto 50.

  • shares
  • Mail