Palermo: truffa alle assicurazioni, 23 arresti

Arresti a Partinico: coinvolti avvocati e periti assicurativi.


Sono 23 gli arresti eseguiti oggi dalla polizia a Partinico, Borgetto, Gibellina e nel capoluogo di provincia Palermo, a carico di altrettante persone accusate di aver messo a segno decine e decine di truffe ai danni delle compagnie assicurative. Finti incidenti stradali per risarcimenti veri.

L’operazione è stata eseguita dalla polizia: gli investigatori ritengono di aver smantellato una vera e propria associazione per delinquere finalizzata alla commissione di truffe ai danni di note compagnie d’assicurazione.

Le indagini si sono avvalse anche di intercettazioni telefoniche e riprese video, ricostruendo il sistematico meccanismo di truffa praticato da un’organizzazione ben "oliata": tra i nomi degli arrestati figurano anche avvocati, periti assicurativi e impiegati postali.



In pratica un esteso appezzamento di terreno di Partinico veniva usato come pista in cui provocare con auto spesso noleggiate i falsi incidenti che poi venivano denunciati come reali per incassare i risarcimenti delle assicurazioni.

Circa 300 i finti sinistri stradali finiti nel mirino degli inquirenti ai danni di quasi trenta compagnie assicurative. 117 in tutto le persone finite nelle maglie dell’inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore di Palermo Calogero Ferrara, 28 dovranno difendersi anche dall’aggravante dell’associazione per delinquere

  • shares
  • Mail