Benevento: un arresto per l'omicidio dell'imprenditore Antonello Rosiello

Dietro l'omicidio di Antonello Rosiello ci sarebbe un debito non restituito. A inchiodare l'arrestato, Paolo Messina, ci sarebbero i filmati ripresi dalle telecamere di sorveglianza della zona.

È stato arrestato ieri pomeriggio, dopo più di 16 ore di ricerche, Paolo Messina, il 31enne considerato il presunto killer di Antonello Rosiello, l'imprenditore di 42 anni ucciso a Benevento nella notte a cavallo tra domenica e lunedì, con due colpi di pistola, uno alla testa e l'altro alla spalla.

Alla base dell'omicidio secondo gli investigatori della polizia ci sarebbe un prestito: 40mila euro che l’imprenditore ammazzato doveva restituire a Messina.

Rosiello, titolare della ditta di pasta Cavalier Vincenzo, secondo la ricostruzione formulata dagli inquirenti sarebbe stato prelevato sotto la sua abitazione, a San Martino Sannita, dallo stesso assassino che dopo averlo fatto salire nella sua Mercedes, non si sa se sotto la minaccia delle armi, si è diretto a Benevento. Giunti nel rione Libertà la violenta lite tra i due e l’omicidio dell’imprenditore.

A mettere con le spalle al muro il beneventano Paolo Messina ci sarebbero alcuni filmati registrati dalle telecamere di sorveglianza della zona, comprese quelle dell'abitazione dello stesso killer, ora in carcere a Capodimonte.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail