Palermo, operazione antidroga: 15 arresti

Tra le persone finite in manette ci sarebbe anche il presunto capo dell’organizzazione, Memi Salvo, ex difensore del boss mafioso Giuseppe Filippo Graviano.

Maxi operazione antidroga a Palermo condotta dalle prime ore di oggi dai poliziotti della Squadra Mobile del capoluogo siciliano che hanno già eseguito 15 ordinanze di custodia cautelare per traffico internazionale e detenzione di sostanze stupefacenti.

Le indagini, sfociate oggi nell’operazione denominata Monopoli, hanno permesso di ricostruire il vasto giro di droga destinata alla cosiddetta Palermo Bene: cocaina, eroina e hashish in arrivo dal Perù e venduta al dettagli nel capoluogo siciliano.

Tra le persone finite in manette ci sarebbe anche il presunto capo dell’organizzazione, una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine: Memi Salvo, ex difensore del boss di Brancaccio Giuseppe Filippo Graviano, già finito in manette nel 1998 per associazione mafiosa

La presenza di Salvo, secondo gli inquirenti, confermerebbe il coinvolgimento di Cosa Nostra in questo vasto giro di droga che nei mesi scorsi aveva già portato all’arresto di altri soggetti, tra i quali diversi corrieri della droga, e al sequestro di importanti quantitativi di sostanze stupefacenti.

I provvedimenti sono stati firmati dal Gip di Palermo, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia.

  • shares
  • Mail