Estorsioni e minacce di morte: 5 arresti a Torino

Gli arresti dei carabinieri dopo la denuncia di un imprenditore.

Un imprenditore torinese finito nel mirino del racket delle estorsioni ha fatto arrestare questa mattina 5 presunti taglieggiatori che erano arrivati a minacciarlo di dargli fuoco, "di dare fuoco alla casa e alla moglie" e di "ficcargli una coltellata" se non avesse pagato il pizzo.

Dopo la denuncia dell’uomo, i carabinieri di Torino hanno piazzato delle telecamere nascoste nei locali in cui sarebbe dovuto avvenire l’incontro con gli aguzzini. Sono state così immortalate le minacce di morte e le trattative per la consegna dei soldi, con gli estortori che avevano concesso all’imprenditore un pagamento a rate.

L’imprenditore si è presentato al successivo appuntamento senza il denaro e ha rischiato di essere accoltellato in strada.

La banda criminale sgominata con gli arresti odierni secondo gli investigatori dell’Arma era specializzata in estorsioni, prestiti e recupero crediti in tutta la provincia di Torino.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail