Avellino, agguato in strada: ucciso l’imprenditore Francesco Basile

Nessuno ha visto nulla, ma le modalità dell’agguato fanno pensare a un coinvolgimento della criminalità organizzata.

Vera e propria esecuzione a Sperone, piccolo comune in provincia di Avellino, costata la vita all’imprenditore edile Francesco Basile, freddato ieri con cinque colpi di pistola mentre si trovava a bordo della sua automobile a pochi passi dalla sua abitazione.

La vittima era ancora in un cantiere della sua impresa quando i killer, almeno due persone non ancora identificate, sono entrati in azione. L’hanno avvicinato e hanno esploso cinque colpi contro il volto dell’uomo, uccidendolo all’istante.

Nessuno ha visto nulla, ma le modalità dell’agguato fanno pensare a un coinvolgimento della criminalità organizzata. Lo ha confermato Francesco Soviero, pm della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli:

Azione portata a termine da professionisti. Le modalità con cui è stato ucciso Basile impongono necessariamente approfondimenti su eventuali connessioni con la criminalità organizzata.

I carabinieri stanno scavando nella vita dell’uomo, sposato e padre di due figli, alla ricerca di elementi che possano indirizzarli sulla strada giusta. Purtroppo, secondo quanto si è appreso, nella zona del delitto non sono presenti impianti di video-sorveglianza.

Le indagini proseguono senza sosta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail