Catania: la mafia recuperava i crediti, 9 arresti cosca Laudani

Tra i destinatari dell'ordinanza di custodia cautelare anche gli imprenditori che avrebbero commissionato il recupero delle somme di denaro.



    AGGIORNAMENTO - Gli arrestati, ritenuti contigui al clan Laudani, sono Filippo Anastasi, Antonino Fosco, Gianluigi Partini, Stellario Filetti, Luca Agatino Pellegriti, Omar Scaravilli e Nunzio Spanò. Due gli imprenditori finiti in manette, Giovanni Spina e Domenico Indelicato, che secondo gli inquirenti “hanno fatto ricorso a soggetti mafiosi per il recupero di presunti crediti” nei confronti di 4 diversi titolari di attività economiche del Catanese.

A Catania la mafia si occupa anche di recupero crediti.

Così secondo un’indagine dei carabinieri del comando provinciale che questa mattina nella provincia del capoluogo etneo, hanno eseguito 9 arresti in base a un’ordinanza di custodia cautelare per estorsione e rapina nei confronti di soggetti i ritenuti vicini alla cosca dei Laudani.

Tra i destinatari dei provvedimenti restrittivi, emessi dal gip su richiesta della Direzione distrettuale antimafia di Catania, ci sono anche alcuni imprenditori, titolari di piccole imprese che avrebbero richiesto appunto i servigi del clan per recuperare i presunti crediti vantati.

Al blitz che ha portato agli arresti odierni hanno preso parte più di cento militari dell’Arma.


(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail