Quarto Grado ultima puntata 22 novembre 2013

La fiaccolata dedicata a Katia Tondi nella nuova puntata di Quarto Grado


Quarto Grado: Alberto Stasi vittima di un incubo?


I tecnici della famiglia Poggi mettono in discussione il fatto che Alberto Stasi non abbia calpestato il pavimento insaguinato in casa di Chiara. Sarà, inoltre, esaminato un capello ritrovato nella mano sinistra della povera vittima.

Quarto Grado: Francesca Benetti uccisa da Antonino Bilella?


Francesca Benetti

aveva confidato ad amici e parenti la paura del suo fattore, Antonino Bilella che la minacciava con storie macabre e continue allusioni sessuali. Nella sua auto sono state ritrovate tracce di sangue così come sul frigo e pavimento della villetta.

Quarto Grado: Roberta Ragusa è stata a Cannes. Parola di Pasquale Davi


Il cuoco Pasquale Davi sostiene che Roberta Ragusa non sarebbe morta e che, il 17 maggio 2012, l'avrebbe vista nel locale di Cannes in cui lavora.

Davi: Mi han colpito subito i suoi occhi e la bocca. Nella stessa giornata, ho chiamato la Procura di Pisa. Ho incontrato anche Logli in Costa Azzurra. Era molto triste.


Enrico Gallinaro (avvocato della famiglia Ragusa): Non ci sono i pressuposti per un avvistamento diradato nel tempo. Ci sono troppe incongruenze. Magari...

Entro dicembre, sarà interrogato Antonio Logli come indagato e risentita Sara Calzolaio.

Quarto Grado: Emilio Lavoretano non rompe il silenzio sulla morte di Katia Tondi


Emilio Lavoretano

si è avvalso della facoltà di non rispondere per la terza volta. E' ancora convinto dell'ipotesi della rapina finita in malomodo provocando la morte della moglie Katia Tondi.

E' stata posta sotto sequestro la casa, per la terza volta, per individuare nuovi elementi nella camera da letto della coppia.

Giovanni Lavoretano potrebbe essere l'uomo chiave delle indagini. Confessa di essere stato nel condominio della vittima, da solo, nel primo pomeriggio, per annaffiare le piante. Mentre era da un cartomante, verso le 19, il maresciallo dei carabinieri è stato raggiunto telefonicamente da una vicina che l'avvertiva del delitto. La scena del crimine sarebbe stata ripulita proprio il giorno dopo dall'uomo delle istituzioni.

La lettera di Emilio Lavoretano alla trasmissione. La tesi della rapina trasformatasi in omicidio è rispettata. La mamma di Katia non vede più il nipote da due mesi, da quando il genero è stato indagato.

Quarto Grado: Caso Yara, interrogato albergatore bergamasco


A quasi tre anni dalla scomparsa di Yara Gambirasio, le indagini non si arrestano. Ieri, in Procura a Bergamo, gli inquirenti hanno interrogato per oltre due ore un giovane bergamasco. L'uomo, un albergatore originario di un paese che dista cinque chilometri da Brembate di Sopra, non era mai stato sentito dagli investigatori né era mai stato sottoposto al prelievo del Dna.

Il giovane, che non è formalmente indagato, ma sul quale sono in corso ulteriori accertamenti, ha dichiarato ai microfoni di Quarto Grado di avere alcuni amici il cui Dna è stato confrontato con quello dell'assassino di Yara (“Ignoto 1”). L’inviato riporta inoltre, che il ragazzo ha dovuto rispondere anche a domande su suoi conoscenti impiegati - ai tempi della scomparsa di Yara - nei lavori di costruzione del centro commerciale di Mapello.

La trasmissione svelerà, inoltre, che tra i numerosi capelli, peli e tessuti epiteliali repertati sul corpo di Yara Gambirasio nel campo di Chignolo d'Isola, alcuni non appartengono alla giovane né sono di origine animale. La notizia è stata data questa mattina, in un incontro riservato durato tre ore, alla titolare delle indagini, il Pubblico ministero Letizia Ruggeri, dal dottor Carlo Previderè, ricercatore del Dipartimento Medicina Legale e Scienze Forensi dell'Università di Pavia, nominato consulente della Procura di Bergamo.

I reperti saranno ora ulteriormente analizzati per tentare di risalire ai gruppi etnici di appartenenza e, se lo stato di conservazione lo permetterà, all'individuazione di precisi profili genetici. Il professor Fabio Buzzi, direttore del Dipartimento di Pavia, all’inviato ha però posto il problema di costi: l'analisi di ogni singolo reperto costa circa 100 euro e i reperti sono migliaia.

Quarto Grado puntata 22 novembre 2013, gli argomenti di oggi


Quarto Grado

, nel corso della puntata di stasera - in onda alle ore 21.10, su Retequattro - seguirà in diretta da San Tammaro una fiaccolata commemorativa dedicata a Katia Tondi. All’indomani dell’interrogatorio di Emilio Lavoretano, marito della Tondi, Gianluigi Nuzzi approfondirà il mistero sull’orario della morte della donna.

Dopo 27 anni, il caso Lidia Macchi verso la riapertura: il settimanale a cura di Siria Magri torna sull’omicidio della studentessa di Varese, uccisa nel 1987. Dopo l’intervista dell’inviata Videonews Ilaria Cavo a Giuseppe Piccolomo e le dichiarazioni delle due figlie rilasciate in trasmissione, la Procura di Milano ha chiesto di impugnare il fascicolo per rispondere alla richiesta di giustizia avanzata dalla famiglia della Macchi.

Tra gli altri temi affrontati nel corso della puntata da Nuzzi e Alessandra Viero, le nuove segnalazioni riguardo la scomparsa di Roberta Ragusa. Su Crimeblog, il liveblogging della diretta. Quarto Grado puntata 22 novembre 2013

Quarto Grado puntata 22 novembre 2013

  • shares
  • Mail