Latina, Silvana Cerro legata e uccisa in casa: caccia ai banditi

La donna era riversa a terra, immobilizzata in diversi punti con del nastro adesivo e uno straccio in bocca. La vittima, secondo una prima analisi, sarebbe morta per soffocamento.

Omicidio a Fondi, in provincia di Latina, quasi certamente una rapina finita in tragedia, costata la vita a Silvana Cerro, 59 anni, trovata morta intorno alle 22 di ieri dalla figlia, preoccupata perchè da ore non riusciva a mettersi in contatto con la madre.

Immediato l’allarme, ma all’arrivo dei sanitari non c’era più nulla da fare: la donna era riversa a terra, immobilizzata in diversi punti con del nastro adesivo e uno straccio in bocca. La vittima, secondo una prima analisi, sarebbe morta per soffocamento.

Poco dopo, al piano di sotto, è stata trovata quella che si pensa essere un’altra vittima degli stessi aggressori. Una donna di 78 anni, Concetta Lauretti, è stata picchiata e costretta dai malviventi a consegnar loro gioielli e denaro. E’ stata ricoverata in ospedale per un femore rotto e varie ecchimosi su tutto il corpo.

L’ipotesi più plausibile, al momento, è che almeno due banditi si siano introdotti nella palazzina di via Pascoli e abbiano aggredito le due donne con l’intenzione di rapinarle. L’aggressione di Silvana Cerro, però, sarebbe finita in tragedia.

Gli inquirenti stanno ora scavando nella vita delle due donne nella speranza che conoscessero i loro aggressori. Allo stesso tempo stanno acquisendo i filmati delle telecamere di sicurezza installate nell’area e interrogando alcune persone in caserma a Fondi.

Le indagini proseguono serrate.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail