Cosenza: minaccia coppia gay con un coltello, il più anziano muore d'infarto

Il 56enne Roberto Colautti è stato arrestato ieri a Praia a Mare. È accusato di aver provocato la morte come conseguenza di un altro reato.

Avrebbe litigato con una coppia gay minacciandola di morte con un coltello provocando la morte di uno dei due omosessuali a causa del forte spavento. È successo ieri a Praia a Mare, centro del tirreno cosentino, dove Roberto Colautti, operaio di 56 anni, incensurato, è finito in manette accusato di violazione di domicilio, minacce e di aver provocato la morte come conseguenza di un altro delitto.

Prima di ammanettarlo i carabinieri gli hanno trovato il coltello, di tipo vietato, che avrebbe brandito di fronte alla coppia. Secondo la ricostruzione dei militari dell’Arma Colautti si sarebbe recato in casa dei due gay, Eduardo Franco Rondina, di 58 anni e Josè Angelo Lepore, di 84, iniziando a discutere animatamente per motivi ancora in corso di accertamento ma che non sarebbero riconducibili a motivi passionali.

Presto la discussione si è trasformata in una lite al culmine della quale Colautti avrebbe estratto il coltellaccio con cui ha minacciato di morte la coppia.

All’arrivo dei carabinieri, avvisati dagli altri inquilini del palazzo, l’operaio avrebbe tentato di aggredire anche loro. Proprio mentre i militari bloccavano Colautti, l‘84enne è stato colto da un infarto ed è poi deceduto durante il trasporto in ospedale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail