Trapani, cadavere recuperato in un canale: aveva i piedi legati

L’uomo non è ancora stato identificato, così come non è ancora chiaro se la sua morte sia stata un suicidio o un omicidio.

Giallo a Mazara Del Vallo, in provincia di Trapani, dopo il ritrovamento, stamattina, del corpo senza vita di un uomo di circa 50-60 anni, scoperto dagli uomini della capitaneria di porto nel canale di Transmazaro.

Il cadavere, in acqua da non più di 48 ore, si trovava nei pressi di una barca a pelo d’acqua, aveva i piedi legati a una corda alla cui estremità c’erano dei contenitori a fare da zavorra.

L’uomo non è ancora stato identificato, così come non è ancora chiaro se la sua morte sia stata un suicidio o un omicidio. A primo impatto si potrebbe propendere per quest’ultima ipotesi, ma gli inquirenti non escludono che possa esser stato lo stesso uomo a legarsi i piedi alla zavorra per essere sicuro di riuscire nell’intendo di togliersi la vita.

Il cadavere è già stato trasferito nell’obitorio comunale di Mazara Del Vallo, dove verrà sottoposto all’esame autoptico che servirà a chiarire cosa sia accaduto.

L’identificazione dell’uomo è in corso.

  • shares
  • Mail