Castelfidardo, uccide la moglie e si toglie la vita

Con la moglie ormai priva di vita in bagno, Allori avrebbe deciso di togliersi la vita: è sceso nell’atrio della ditta e si è impiccato alla ringhiera di una scala.

Tragedia in famiglia a Castelfidardo, in provincia di Ancona, dove ieri pomeriggio il 62enne Diego Allori ha ucciso la moglie e si è tolto la vita per motivi ancora da chiarire, forse scaturito dalla gelosia dell’uomo nei confronti della consorte, di 18 anni più giovane.

E’ accaduto tra le 14 e le 16 di ieri nell’abitazione della coppia, annessa alla ditta Rico, per la quale i due lavoravano come custodi e impiegati. Diego Allori, secondo quanto ricostruito, ha preso un coltello da cucina e si è accanito sulla moglie, Stefania Malavolta, 44 anni. Lei, ferita, avrebbe cercato riparo in bagno, ma il marito l’avrebbe raggiunta e strangolata col tubo della doccia.

Con la moglie ormai priva di vita in bagno, Allori avrebbe deciso di togliersi la vita: è sceso nell’atrio della ditta e si è impiccato alla ringhiera di una scala.

A trovare i due cadaveri, poco più tardi, è stata la figlia 24enne della coppia, preoccupata perchè i due non rispondevano al telefono. La giovane ha lanciato l’allarme, ma le forze dell’ordine non hanno potuto far altro che constatare il decesso dei coniugi e avviare le indagini per chiarire l’esatta dinamica.

Alla base del folle gesto, dicono gli inquirenti, ci sarebbe stata la gelosia, anche se la coppia, come hanno riferito amici e parenti, non aveva mai mostrato segni di screzi o litigi e non era mai stata protagonista di episodi di violenza domestica.

Saranno le indagini a chiarire cosa sia accaduto.

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail