Cagliari: abusa di una collega disabile e si fa pagare, arrestato un 50enne

L’uomo ha abusato dello "stato di infermità e deficienza fisica" della donna oltre ad appropriarsi, insieme a un altro collega, di denaro, suppellettili e oggetti dell'Asl presso cui lavora.

Un uomo di 50 anni è stato arrestato oggi a Domusnova nel cagliaritano con l’accusa di aver fatto sesso in cambio di denaro con una sua collega disabile.

L’uomo, responsabile della cassa economale di un ufficio dell'Asl, secondo gli investigatori ha abusato dello "stato di infermità e deficienza fisica" della donna. Inoltre con un collega suo sottoposto si sarebbero appropriati di denaro, oggetti e suppellettili di proprietà dell’azienda sanitaria locale.

Il 50enne è finito in manette questa mattina, ad eseguire l’ordinanza di custodia cautelare sono stati i carabinieri del Nas a seguito dell’indagine coordinata dal sostituto procuratore di Cagliari Daniele Caria. All’uomo è stato concesso il beneficio dei domiciliari.

Il dipendente dell'Asl dovrà rispondere delle accuse di peculato, falso materiale in atti contabili e circonvenzione di incapace. Stesse ipotesi di reato per il collega complice, a esclusione della circonvenzione di incapace, che è stato invece raggiunto da un provvedimento di obbligo di dimora.

Insieme i due avrebbero falsificato fatture per acquistare beni a carico dell'Asl (tra cui degli armadi) che poi finivano nelle loro abitazioni, oltre a intascare indebitamente somme di denaro il cui ammontare è in corso di accertamento.


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail