Bari: donna strangolata in una casa a Torre a Mare

Il corpo era seminudo, in testa una busta di plastica. La vittima è Caterina Susca, sposata e madre. Dietro il delitto potrebbe esserci una rapina finita nel sangue.

AGGIORNAMENTO 15.25 - La donna uccisa è Caterina Susca, di 60 anni, come riporta la Repubblica Bari. Il macabro ritrovamento è avvenuto in un alloggio del complesso residenziale l'Uliveto, a sud del capoluogo pugliese. Evidenti i segni di strangolamento presenti sul collo della vittima. Gli investigatori tra le ipotesi al vaglio non escludono allo stato quella di un tentativo di rapina finito in tragedia. L'allarme è stato dato dai vicini di casa che hanno visto qualcuno fuggire dall'abitazione della donna.

Il cadavere seminudo di una donna, con un sacchetto in testa, è stato rinvenuto nella tarda mattinata di oggi a Bari, in un appartamento nel quartiere Torre a Mare, alla periferia della città.

In base alle prime informazioni trapelate si tratta di omicidio. La donna sarebbe stata uccisa, con ogni probabilità strangolata.

I pantaloni della vittima erano tirati giù, la testa fracassata e avvolta in una busta di plastica. Sul posto la polizia di Bari che ha avviato le indagini.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail