Marcignana (Empoli): ex professore spara alla madre malata e poi si uccide

Il figlio 66enne ha ucciso sua madre, malata, di 86 anni e poi si è tolto la vita.

A Marcignana, una frazione del Comune di Empoli, in provincia di Firenze, un professore in pensione di 66 anni ha sparato alla madre di 86 anni, Assunta Brogi, che era malata da tempo, e poi si è ucciso.
Il figlio, Piero Taddei, che aveva insegnato per anni all'Istituto tecnico commerciale di Empoli, viveva con la moglie in un appartamento attiguo a quello della madre. Le due case si trovano ai civici 41 e 43 di via della Nave.

Sul luogo sono arrivate due ambulanze della Misericordia e Pubblica Assistenza di Empoli e un'automatica, ma non c'è stato nulla da fare per nessuno dei due. Ora i carabinieri e gli specialisti della scientifica stanno indagando per ricostruire quanto avvenuto oggi, nel primo pomeriggio, intorno alle ore 14. Dalle prime informazioni sembra che l'uomo abbia chiamato sua madre nel suo appartamento e le abbia sparato all'altezza della spalla con una revolver regolarmente detenuta, poi ha puntato la pistola contro il proprio petto e ha sparato di nuovo suicidandosi.

La moglie in questi giorni era andata nelle Marche, per visitare il santuario mariano di Loreto durante una gita parrocchiale. La coppia non ha figli e dunque non c'era nessun altro né in casa di Piero Taddei né della madre, ma gli spari sono stati uditi fino al Circolo del paese, che si trova nelle vicinanze, ed è stato subito lanciato l'allarme. La strada, via della Nave, è stata momentaneamente chiusa al traffico.

Immagine © Google Street View

  • shares
  • Mail