Salerno, adescavano minori su Facebook: due casalinghe arrestate per abusi sessuali

Le due donne di 27 e 29 anni in più di un’occasione avrebbero adescato dei ragazzini di età inferiore ai 14 anni tramite Facebook e li avrebbero attirati a casa di una delle due e lì avrebbero avuto dei rapporti sessuali con loro.

Due casalinghe residenti nella zona di Vallo di Diano, nel Salernitano, sono state arrestate stamattina dai carabinieri con la pesante accusa di abusi sessuali su minori.

Stando a quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, le due donne di 27 e 29 anni in più di un’occasione avrebbero adescato dei ragazzini di età inferiore ai 14 anni tramite Facebook e li avrebbero attirati a casa di una delle due e lì avrebbero avuto dei rapporti sessuali con loro.

A denunciare tutto è stata la famiglia di uno dei giovanissimi coinvolti, insospettita dal repentino cambiamento di carattere del minorenne, che di punto in bianco ha smesso di interessarsi agli studi e ha cominciato a uscire di casa ad orari strani, rendendosi irreperibile in più occasioni.

A quel punto, una volta controllati i messaggi su Facebook inviati e ricevuti dal minorenne, è emersa la verità. Le autorità hanno fatto il resto e scoperto che il giovane non era l’unico ad essere finito nella trappola delle due donne.

Grazie alle intercettazioni telefoniche e ambientali e al racconto degli stessi giovanissimi, ascoltati insieme a psicologi esperti, gli inquirenti hanno fatto scattare il fermo delle due casalinghe, una delle quali sposata.

Le due ordinanze di custodia cautelare in carcere, eseguite stamattina, sono state emesse dal gip del tribunale di Salerno che ha accolto la richiesta del pm Elena Guarino della locale procura.

  • shares
  • Mail