Trattativa Stato-mafia

La Trattativa Stato-mafia è stato il tentativo di accordo con cui i capi mafia corleonesi hanno cercato di venire a patti con il governo italiano nel biennio ’92-’93. La mafia siciliana che faceva capo a Totò Riina e Bernardo Provenzano cercò di barattare la fine degli attentati dinamitardi di quel periodo con l’allentamento del regime carcerario duro (art. 41 bis della Legge 26 luglio 1975, n. 354) esteso ai reati di mafia in seguito alla strage di Capaci del maggio ‘92, in cui fu ucciso il giudice Giovanni Falcone, sua moglie e i tre agenti della scorta. Lo schema del contatto tra criminalità organizzata e apparati dello Stato è stato ricostruito dalla Procura di Palermo. Il giudice per le udienze preliminari, il 7 marzo 2012, ha rinviato a giudizio i boss mafiosi Totò Riina, Antonino Cinà, Leoluca Bagarella e Giovanni Brusca, gli ex ufficiali dei carabinieri, Antonio Subranni, Mario Mori e Giuseppe De Donno, l’ex senatore del Pdl Marcello Dell’Utri, l’ex ministro Nicola e Massimo Ciancimino, il figlio dell’ex sindaco mafioso di Palermo. L’ex Ministro Calogero Mannino ha chiesto e ottenuto il rito abbreviato.

Trattativa Stato-Mafia: chi è Giovanni Brusca

Continua...

Trattativa Stato-mafia: chi è Antonino Cinà

Stato-Mafia: Antonio Cinà, il medico dei boss Riina e Provenzano, avrebbe stilato il papello contenente le richieste... Continua...

Trattativa Stato-Mafia: chi è Totò Riina

Continua...

Trattativa Stato-Mafia: tutti gli imputati rinviati a giudizio

Continua...

La riforma della giustizia per Rivoluzione Civile-Ingroia

La Rivoluzione Civile di Ingroia passa per la giustizia. Continua...

Napoli: indagato l'ex capo del SISMI Nicolò Pollari

L'indagine riguarderebbe presunte irregolarità nel fitto a Napoli di immobili destinati alla Gdf e l'acquisto di... Continua...

Sequestro Spinelli: nessun riscatto pagato, dice il ragioniere

Il ragioniere di Berlusconi che pagava le "olgettine" sequestrato in casa nella notte del 15 ottobre. I malviventi... Continua...

Ingroia lascia Palermo: “rifarei tutto quel che ho fatto”

Il sostituto procuratore di Palermo smentisce una sua candidatura alle politiche: "solo indiscrezioni". Il pentito... Continua...

Stato-Mafia: udienza rinviata al 15 novembre. L’ex ministro Mancino: sono parte lesa

L'ex ministro Mancino, indagato per falsa testimonianza: "giornalisti che fanno le interviste per l'atto di violenza... Continua...

Trattativa Stato-Mafia: il governo si costituisce parte civile

Il governo sarà parte civile all'udienza preliminare sulla presunta trattativa Stato-mafia. Il pm Di Matteo: "Può... Continua...