Trattativa Stato-mafia

La Trattativa Stato-mafia è stato il tentativo di accordo con cui i capi mafia corleonesi hanno cercato di venire a patti con il governo italiano nel biennio ’92-’93. La mafia siciliana che faceva capo a Totò Riina e Bernardo Provenzano cercò di barattare la fine degli attentati dinamitardi di quel periodo con l’allentamento del regime carcerario duro (art. 41 bis della Legge 26 luglio 1975, n. 354) esteso ai reati di mafia in seguito alla strage di Capaci del maggio ‘92, in cui fu ucciso il giudice Giovanni Falcone, sua moglie e i tre agenti della scorta. Lo schema del contatto tra criminalità organizzata e apparati dello Stato è stato ricostruito dalla Procura di Palermo. Il giudice per le udienze preliminari, il 7 marzo 2012, ha rinviato a giudizio i boss mafiosi Totò Riina, Antonino Cinà, Leoluca Bagarella e Giovanni Brusca, gli ex ufficiali dei carabinieri, Antonio Subranni, Mario Mori e Giuseppe De Donno, l’ex senatore del Pdl Marcello Dell’Utri, l’ex ministro Nicola e Massimo Ciancimino, il figlio dell’ex sindaco mafioso di Palermo. L’ex Ministro Calogero Mannino ha chiesto e ottenuto il rito abbreviato.

Via D’Amelio: il pentito Tranchina accusa Giuseppe Graviano

Tranchina: dopo la strage di via D'Amelio, Giuseppe Graviano mi disse: "siamo stati bravi, vero?" Continua...

Trattativa Stato-Mafia: processo rinviato al 31 maggio

Inizia stamattina a Palermo il processo per la presunta trattativa tra la Mafia e lo Stato Italiano. A processo, come... Continua...

Mancata cattura Provenzano: chiesti 9 anni per il generale Mori

Il pm Di Matteo: "Mori e Obinu non furono collusi o corrotti o ricattati dalla mafia ma fecero una scelta di politica... Continua...

Ergastolo al pescatore che fornì il tritolo per le stragi mafiose del 1993

Cosimo D'Amato è anche accusato di aver fornito il tritolo per la strage di Capaci in cui morirono, il 23 maggio del... Continua...

Mafia, 7 anni in appello per Marcello Dell'Utri

L'ex senatore del Pdl Marcello Dell'Utri è stato condannato per concorso esterno in associazione mafiosa. Continua...

Trattativa Stato-mafia: chi è Massimo Ciancimino

Ciancimino come testimone di giustizia, può contare sull’appoggio di Salvatore Borsellino, fratello di Paolo, il... Continua...

Trattativa Stato-mafia: chi è Giuseppe De Donno

L'ex capitano del Ros De Donno: "Decidemmo di contattare in qualche modo la mafia attraverso Vito Ciancimino per fermare... Continua...

Omicidio Giuseppe Di Matteo: confermato l'ergastolo ai cinque capimafia

La Corte d'Assise d'Appello di Palermo ha confermato l'ergastolo per i cinque capimafia responsabili dell'omicidio del... Continua...

Trattativa Stato-Mafia: chi è Leoluca Bagarella

Leoluca Bagarella è uno dei dieci imputati rinviati a giudizio per la trattativa tra lo Stato Italiano e i vertici di... Continua...

Trattativa Stato-Mafia: chi è Mario Mori

Mori, ufficiale dei carabinieri già in prima linea negli anni del terrorismo politico, è l’uomo che ha arrestato... Continua...