Logo Blogo

Tutti gli articoli con tag danilo restivo

Omicidio Elisa Claps, Danilo Restivo: "voglio partecipare al processo d'appello"

pubblicato da Daniele Particelli

DaniloRestivo

Non c’è ancora una data per il processo d’appello per l’omicidio di Elisa Claps, ma l’unico imputato, il potentino Danilo Restivo, condannato a 30 anni di carcere in primo grado, ha già fatto sapere che intenderà prender parte alle udienze. Questo suo desiderio era nell’aria da tempo ed è stato confermato in queste ore dal suo legale, Alfredo Bargi:

Restivo, con insistenza, chiede di tornare in Italia. Vuole essere presente, parlare al processo, dimostrare la sua innocenza. Per questo chiede o l’estradizione o la consegna temporanea. Danilo si è sempre detto innocente, per la morte di Elisa come di Heather e la sua innocenza vuole a tutti i costi dimostrarla.

Il potentino è ancora detenuto in Inghilterra, dove sta scontando una condanna all’ergastolo per l’omicidio di Heather Barnett, uccisa il 12 novembre 2002 nella sua abitazione di Bournemouth. Anche per quella condanna è stato presentato ricorso e il caso sarà discusso a partire dal prossimo 19 luglio.

Quanto al processo per la morte di Elisa, Restivo non vuol ripetere quando accaduto in primo grado: decise di non prender parte alle udienze - né di persona, né in videoconferenza - e di non potersi difendere dalle accuse nei suoi confronti, né di rispondere alle domande dei magistrati. Stavolta vuole avere la possibilità di far sentire la sua versione dei fatti. Ne sapremo di più nei prossimi giorni.

Via | EoloPress

....
condividi 0 Commenti

Omicidio Heather Barnett: al via il 19 luglio il processo d'appello per Danilo Restivo

pubblicato da Daniele Particelli

Danilo Restivo

Inizierà il prossimo 19 luglio in Inghilterra il processo di secondo grado per Danilo Restivo, il potentino condannato all’ergastolo per l’omicidio di Heather Barnett, uccisa il 12 novembre 2002 nella sua abitazione di Bournemouth, e condannato in Italia a 30 anni di carcere per l’omicidio di Elisa Claps.

Restivo aveva presentato ricorso in appello nel dicembre scorso, sei mesi dopo la condanna, e a marzo era arrivato il responso: sì al ricorso, ma non per la sentenza di colpevolezza. Il processo d’appello, in sintesi, servirà soltanto per ridiscutere l’entità della pena. Il giudice Ian Duncan Burnett aveva stabilito l’ergastolo senza la possibilità di poter avanzare richiesta per la libertà vigilata.

Ora Restivo può solo sperare che il nuovo giudice decida di stabilire un termine minimo di detenzione, come previsto dalla legislazione inglese. Il potentino, lo ricordiamo, ha presentato ricorso anche contro la sentenza emessa nel novembre scorso dal gup di Salerno Elisabetta Boccassini per il delitto Claps.

In questo caso, però, Restivo avrà la possibilità di intervenire personalmente e di rispondere alle domande di accusa e difesa, rimettendo così in discussione la ricostruzione dei fatti data per certa in primo grado.

....
condividi 0 Commenti

Omicidio Elisa Claps: Danilo Restivo ricorre in appello

pubblicato da Daniele Particelli

DaniloRestivo

Se il processo di primo grado per l’omicidio di Elisa Claps è stato molto breve - dall’8 all’11 novembre dello scorso anno - e caratterizzato da pochi colpi di scena, quelli di appello si preannuncia come l’esatto opposto. Danilo Restivo, condannato a 30 anni di carcere, ha appena presentato ricorso contro quella sentenza.

Ve l’avevamo preannunciato poche settimane fa: il nuovo avvocato dell’uomo, Alfredo Bargi, ha deciso di affrontare i guai legali del suo assistito con una nuova linea difensiva e nelle 91 pagine di ricorso ha analizzato uno ad uno tutti gli aspetti della vicenda, arrivando a sostenere l’innocenza di Restivo e a chiederne l’assoluzione.

Non è stato lui, si legge nel ricorso, ad uccidere la giovane studentessa di Potenza, ma gli organi investigativi sarebbero stati troppo ossessionati da lui per rendersene contro. Molto piste, sostiene Bargi, sarebbero state abbandonate o scartate perché il fine ultime dell’indagine era quello di incastrare il potentino, l’unico ad essere stato sospettato fin dall’inizio.

Continua a leggere: Omicidio Elisa Claps: Danilo Restivo ricorre in appello

....
condividi 0 Commenti

Omicidio Heather Barnett: Danilo Restivo potrà ricorrere in appello contro la condanna, non contro la sentenza di colpevolezza

pubblicato da Daniele Particelli

Danilo Restivo

Arrivano dall’Inghilterra gli ultimi aggiornamenti su Danilo Restivo, il potentino condannato che sta scontando lì una condanna all’ergastolo per l’omicidio di Heather Barnett, uccisa il 12 novembre 2002 nella sua abitazione di Bournemouth, ed è stato condannato in Italia a 30 anni di carcere per l’omicidio di Elisa Claps (qui.

Nel dicembre scorso, sei mesi dopo la condanna, i legali del 39enne avevano presentato ricorso contro quella sentenza. Ora la risposta è arrivata e non è quella che la difesa sperava: Restivo potrà sì ricorrere in appello, ma potrà farlo soltanto per l’entità della condanna, non per la sentenza di colpevolezza.

Restivo, in definitiva, per i giudici inglesi è colpevole senza ombra di dubbio e l’unica cosa che può fare è sperare in una riduzione della sentenza. O meglio, sperare che il nuovo giudice sia più clemente di Ian Duncan Burnett e decida di stabilire un termine minimo di detenzione.

In Inghilterra, infatti, con la condanna all’ergastolo viene anche fissato un minimo di anni da scontare prima di poter avanzare richiesta per la libertà vigilata. Per Restivo non fu così: vista l’efferatezza del delitto e il profilo dell’imputato - definito “assassino depravato e calcolatore” - il giudice stabilì che Restivo avrebbe dovuto passare il resto della sua vita dietro le sbarre.

Via | Bournemouth Echo

....
condividi 0 Commenti

UK: riaperto il caso dell'omicidio Jong Ok Shin, Danilo Restivo è il principale sospettato

pubblicato da Daniele Particelli

Jong-Ok ShinAncora guai per Danilo Restivo, il potentino condannato dal tribunale di Salerno a 30 anni di carcere per l’omicidio di Elisa Claps (qui le motivazioni) e all’ergastolo dal tribunale inglese di Winchester per l’omicidio di Heather Barnett, uccisa il 12 novembre 2002 nella sua abitazione di Bournemouth.

Ora, alla luce delle due condanne, i giudici della Criminal Cases Review Commission (CCRC) hanno deciso di riaprire il caso dell’omicidio della studentessa sudcoreana Jong Ok Shin, 26enne uccisa con tre coltellate il 12 luglio 2002 a Bournemouth, a pochi isolati dalla strada in cui vivevano Restivo e la Barnett.

Per quel delitto era già stato trovato un colpevole, Omar Benguit, condannato all’ergastolo nel 2005, con l’obbligo di scontare almeno 20 anni prima di poter avanzare richiesta per la libertà vigilata. L’uomo si è sempre dichiarato innocente e la condanna era arrivata dopo ben due processi andati a vuoto, al termine dei quali la giuria non era riuscita a raggiungere un verdetto.

Continua a leggere: UK: riaperto il caso dell'omicidio Jong Ok Shin, Danilo Restivo è il principale sospettato

....
condividi 0 Commenti

Omicidio Elisa Claps: Danilo Restivo ricorrerà in appello

pubblicato da Daniele Particelli

DaniloRestivo

A pochi giorni dalla pubblicazione delle motivazioni della sentenza che ha visto Danilo Restivo condannato in primo grado a 30 anni di carcere per l’omicidio di Elisa Claps, il nuovo legale dell’uomo, Alfredo Bargi, ha confermato l’intenzione di presentare ricorso in appello.

Stavolta, però, Danilo Restivo potrebbe prendere parte alle udienze. L’uomo, che sta scontando in Inghilterra una condanna all’ergastolo per l’omicidio della sua vicina di casa Heather Barnett, aveva preferito non partecipare in videoconferenza a processo di primo grado che si è svolto a Potenza, ma con il cambio di avvocato è arrivato anche il cambio della strategia:

Danilo Restivo deve difendersi. Io credo Restivo debba partecipare al processo d’appello e debba essere interrogato. Nel processo di appello ci sarà spazio per nuovi approfondimenti e Restivo deve partecipare.

Non è chiaro, ad oggi, se Restivo parteciperà in videoconferenza o se riuscirà ad essere fisicamente presente in aula: l’udienza per decidere sulla sua estradizione di terrà il prossimo 26 giugno presso la Westminster Magistrates Court di Londra.

Via | La Gazzetta Del Mezzogiorno

....
condividi 0 Commenti

Elisa Claps, Danilo Restivo condannato a 30 anni: le motivazioni della sentenza

pubblicato da Daniele Particelli

Elisa Claps

Sono state depositate le motivazioni della sentenza del processo di primo grado a Danilo Restivo, il potentino condannato a 30 anni di carcere per l’omicidio di Elisa Claps.

Per il gup di Salerno Elisabetta Boccassini non c’era alcun dubbio che Restivo fosse colpevole: a suo carico c’erano indizi gravi, precisi e concordanti e “nessuna ricostruzione alternativa plausibile, capace di ricondurre l’uccisione di Elisa Claps in direzione diversa da Restivo“:

Il complesso delle acquisizioni probatorie depone in modo gravemente indiziario nell’individuare Restivo quale autore dell’atroce assassinio della giovane Claps Elisa: nessun altro ha incontrato la vittima, nessun altro ha avuto contatti con lei dopo l’incontro con l’imputato; nessun fattore o comportamento esterno si è inserito nella consequenzialità logica e storica degli avvenimenti.

Continua a leggere: Elisa Claps, Danilo Restivo condannato a 30 anni: le motivazioni della sentenza

....
condividi 0 Commenti

Omicidio Elisa Claps: Mario Marinelli lascia la difesa di Danilo Restivo dopo 18 anni

pubblicato da Daniele Particelli

DaniloRestivo

Dopo le lunghissime indagini preliminari e il processo di primo grado con rito abbreviato svoltosi a Salerno, nel corso del quale mi sono battuto con tutte le mie forze per la difesa dell’imputato, sempre nel rigoroso rispetto della legge e dei codici, ho avvertito il venir meno della fiducia che fino a quel momento Danilo Restivo mi aveva sempre manifestato. Non ho esitato un solo istante a rimettere il mandato, insieme a mia figlia Stefania, che pure si e’ battuta per la difesa di Restivo.

Con queste parole, riportate dall’Ansa, l’avvocato Mario Marinelli ha confermato di aver lasciato, dopo 18 anni, la difesa di Danilo Restivo, il potentino condannato a 30 anni di carcere per l’omicidio di Elisa Claps e attualmente detenuto nel carcere inglese di Winchester dove sta scontando una condanna all’ergastolo per l’omicidio della sua vicina di casa Heather Barnett.

Marinelli, che aveva difeso Restivo fin dal primo interrogatorio, nei giorni immediatamente successivi alla scomparsa della 16enne, non sarà quindi il legale che assisterà il potentino nel ricorso - ormai scontato - contro la sentenza di primo grado. A difenderlo dovrebbe esserci un penalista napoletano, già contattato da Restivo. Ne sapremo di più nei prossimi giorni.

....
condividi 2 Commenti

Omicidio Heather Barnett: Danilo Restivo ricorre in appello

pubblicato da Daniele Particelli

Danilo Restivo

A quasi sei mesi dalla condanna all’ergastolo per l’omicidio della sarta inglese Heather Barnett, uccisa il 12 novembre 2002 nella sua abitazione di Bournemouth, Danilo Restivo ha deciso di ricorrere in appello e di chiedere all’Alta Corte di Londra la revisione del processo.

L’aveva già annunciato il Bournemouth Echo qualche settimana fa, ma ora è arrivata la conferma ufficiale da parte di Giovanna Fiorentino, legale del 39enne potentino. La richiesta di revisione è al momento nelle mani del giudice competente e la risposta dovrebbe arrivare nel corso dei prossimi mesi.

Non è chiaro se l’intenzione del giudice sia quella di accettare la richiesta, ma è molto probabile che sulla sua decisione influirà, e non poco, l’altra condanna di Danilo Restivo: i 30 anni di carcere inflittigli dal gup di Salerno Elisabetta Boccassini per l’omicidio di Elisa Claps.

....
condividi 0 Commenti

Elisa Claps, l'inchiesta bis: il giallo del suicidio del commissario Anna Esposito

pubblicato da Daniele Particelli

pierluigivignola

I misteri collegati al caso di Elisa Claps non sono stati tutti chiariti con la condanna a 30 anni di carcere di Danilo Restivo. La Procura sta ancora cercando di chiarire chi, molto tempo prima che i resti della giovane furono ufficialmente ritrovati, era a conoscenza di quanto accaduto nel sottotetto della chiesa della Trinità a Potenza.

L’inchiesta bis sul caso Claps, dedicata proprio alle presunte coperture e ai depistaggi, in queste ore si è arricchita di un nuovo tassello: il suicidio, o presunto tale, di Anna Esposito, commissario della polizia di Stato morta in circostanze misteriose il 12 marzo 2001, pochi giorni dopo aver contattato Gildo Claps, fratello di Elisa.

La Esposito, lo confermano i suoi familiari, sosteneva che nella Questura di Potenza ci fossero alcuni poliziotti a conoscenza del luogo in cui si trovavano i resti di Elisa Claps, diversi anni prima che il corpo fu ufficialmente trovato da alcuni operai. Il padre della donna, Vincenzo Esposito, ha sempre sostenuto che Anna sia stata uccisa e che il suo delitto fu mascherato da suicidio.

Continua a leggere: Elisa Claps, l'inchiesta bis: il giallo del suicidio del commissario Anna Esposito

....
condividi 0 Commenti