Milano, morto il farmacista Luigi Fontana: era stato avvelenato dall'amico Gianfranco Bona

Gianfranco Bona

Luigi Antonio Fontana non ce l'ha fatta. Il farmacista milanese di 64 anni, avvelenato col cianuro da un amico che gli doveva ben 270 mila euro, è deceduto questa mattina in ospedale a Milano dopo due settimane di coma.

Il suo assassino, l'autotrasportatore 50enne Gianfranco Bona, ha già confessato il delitto e si trova in carcere: in un primo momento accusato di tentato omicidio, ora dovrà rispondere alla ben più grave accusa di omicidio.

Fu lui, il 2 aprile scorso, ad offrire a Fontana un aperitivo contenente il cianuro, sostanza che aveva acquistato proprio dal farmacista poco giorni prima con la scusa di doversi liberare di alcune nutrie.

Via | Milano Today

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: