Porto Potenza Picena, omicidio Cristina Andrea Marian: quattro persone fermate

Cristina Andrea Marian

Ci sono già quattro fermi per l'omicidio della 24enne romena Cristina Andrea Marian, la ballerina di night trovata morta ieri mattina sulla spiaggia di Porto Potenza Picena (MC) a poche decine di metri dal suo appartamento.

Si tratta del compagno della vittima, un cittadino italiano di 57 anni, Santo Carelli, di suo figlio Valentino, di 26 anni, e di due loro amici, di 24 e 26 anni. Tutti e quattro sono indagati per concorso in omicidio volontario.

L'avrebbero uccisa insieme, su decisione del 57enne. Un movente passionale, confermano gli inquirenti, maturato in un "ambiente degradato". I quattro sono già stati portati in caserma a Porto Potenza Picena per gli interrogatori e la convalida del fermo.

La giovane, ne parlavamo ieri, è stata uccisa all'interno della sua abitazione. Solo in seguito sarebbe stata portata fuori e abbandonata sulla spiaggia. E lì, ieri mattina, è stata ritrovata da un vicino di casa: aveva il cranio fracassato e una busta di plastica avvolta intorno alla testa. La dinamica dell'omicidio è ben descritta da La Repubblica:

La modalità dell'aggressione è stata quella di una spedizione punitiva, condotta con estrema violenza. […] Si sono nascosti nell'atrio della palazzina di Lido Bello, dove la ragazza abitava, dopo aver mandato in frantumi i lampadari a neon, per non essere visti. Appena la donna è uscita dall'ascensore, le hanno infilato un sacchetto di plastica in testa, per stordirla, e poi l'hanno aggredita con uno o più bastoni, fracassandole il cranio (un bastone è stato ritrovato e posto sotto sequestro).

La convalida del fermo, alla luce degli elementi raccolti, è solo questione di ore.

  • shares
  • +1
  • Mail