San Ferdinando, ‘ndrangheta: arrestato il comandante dei vigili urbani

Le accuse mosse a vario titolo agli indagati vanno dall'estorsione all'intestazione fittizia di beni, con l’aggravante della metodologia mafiosa.

11.15 - Tra i nomi degli arrestati figura quello di Aurora Spanò, 66 anni, che insieme al marito Giulio Bellocco sarebbe a capo della cosca Bellocco di San Ferdinando secondo gli inquirenti. Ordinanza di custodia cautelare in carcere anche per i fratelli Antonio e Domenico Bellocco, di 25 e 32 anni, entrambi figli di Aurora Spanò e già detenuti. Le porte del carcere si sono aperte anche per Aneta Brewczynska, 38 anni, compagna di Domenico Bellocco; Giuseppe “Vito” Stucci, 59enne comandante della polizia municipale di San Ferdinando, e Giuseppe Spanò, 44 anni, agente di polizia municipale e nipote di Aurora Spanò.

C’è anche il comandante dei vigili urbani di San Ferdinando, comune di 4.300 abitanti in provincia di Reggio Calabria, tra le 6 persone arrestate dai carabinieri del Comando provinciale questa mattina nell'operazione denominata Tramonto.

Nel mirino degli investigatori la cosca Bellocco, considerata una delle più potenti della ‘ndrangheta. Oltre al comandante è finito in manette anche un agente della polizia municipale di San Ferdinando.

Le accuse mosse a vario titolo agli indagati vanno dall'estorsione all'intestazione fittizia di beni, con l’aggravante della metodologia mafiosa.

In particolare i due vigili, secondo gli inquirenti, avrebbero agevolato il clan Bellocco, con base a Rosarno ma con ramificazioni fino in Liguria e Lombardia, nell'intestazione fittizia di un bar.

(in aggiornamento)

© Foto TM News

  • shares
  • +1
  • Mail