Omicidio Sarah Scazzi, oggi l'arringa della difesa di Sabrina Misseri

SabrinaMisseri2

Si torna in aula stamattina a Taranto per la nuova udienza preliminare - l'ultima calendarizzata dal gup - del processo per l'omicidio di Sarah Scazzi, uccisa ad Avetrana il 26 agosto dello scorso anno.

Oggi saranno gli avvocati di Sabrina Misseri, imputata di concorso in omicidio volontario, sequestro di persona e soppressione di cadavere insieme alla madre Cosima Serrano, a prendere la parola.

I due, Franco Coppi e Nicola Marseglia, sosterranno ancora una volta l'innocenza della loro assistita e domoliranno passo per passo la ricostruzione del delitto portata avanti dalla Procura.

L'udienza di ieri, invece, è stata caratterizzata dall'arringa dell'avvocato Raffaele Missere, che insieme alla figlia Serena Lucia difende Cosimo Cosma, il nipote di Michele Misseri accusato della soppressione del cadavere di Sarah Scazzi.

L'avvocato ha sostenuto in aula che l'autopsia eseguita sul cadavere della 15enne sarebbe carente ed ha quindi chiesto che la riesumazione del corpo e nuovi esami. Ne parla La Gazzetta Del Mezzogiorno:

In particolare in una memoria consegnata al giudice insieme alle considerazioni tecniche di un biologo, si chiede di verificare se nell’intestino della vittima ci siano o no residui di cibo. Inoltre viene chiesto di eseguire una radiografia dei resti del cranio di Sarah, anche in relazione alle ultime dichiarazioni autoaccusatorie fatte da Michele Misseri secondo le quali, quando venne strangolata, Sarah cadendo avrebbe urtato la testa su un compressore che si trovava nel garage dell’abitazione di via Deledda. In ogni caso, secondo i difensori di Cosma, l'imputato all’ora del delitto si sarebbe trovato in tutt'altra zona rispetto al pozzo nel quale venne poi nascosto il corpo di Sarah, o meglio Cosma sarebbe rimasto intento al lavoro tra l'ovile e le stalle adiacenti la sua abitazione di campagna.

La Procura e i legali di parte civile si sono subito opposti a quella richiesta, ma il gup ha deciso di prendere un po' di tempo prima di esprimersi sulla questione.

L'udienza continua.

  • shares
  • Mail