Orbetello, annegò il figlio e finse incidente: concessi i domiciliari a Laura Pettenello

omicidioFedericoCassinis

A Laura Pettenello sono già stati concessi gli arresti domiciliari. La 45enne, accusata di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione e dal vincolo di parentela in relazione all'omicidio del figlio Federico, di 16 mesi, è stata trasferita in una struttura sanitaria, come deciso dal gip di Grosseto Marco Mezzaluna, dove potrà essere assistita e curata.

Nel frattempo, grazie all'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gup Mezzaluna, emergono nuovi particolari sulla vicenda, a partire dal motivo che ha spinto la Pettenello ad uccidere.

L’impulso omicida è annidato nella psiche della donna e nella psicosi che ricorrono sia nell’episodio di marzo, come riportato nella registrazione delle telefonata al 118, che in quello di agosto. Ha approfittato della circostanza di essere rimasta sola, considerando che nell’episodio estivo, il 9 era l’ultimo giorno utile, in quanto l’indomani il marito l’avrebbe raggiunta a Porto Ercole. [...] La donna questa volta voleva essere ben sicura che il bambino non si potesse salvare, vista l’esperienza del 13 marzo, allorché il figlio, arrivato in arresto cardiocircolatorio al pronto soccorso, aveva miracolosamente recuperato i parametri vitali, così vanificando il primo tentativo di sopprimerlo.

Quanto alle motivazioni, ecco cosa si legge nell'ordinanza:

La motivazione è stata con chiarezza riferita dal pediatra e dallo psichiatra che l’hanno avuta in cura: sopprimere quel figlio che a causa della sua psicosi vedeva come la causa della rottura dell’equilibrio familiare perfetto, nei cui confronti aveva maturato un sentimento di avversione che aveva allarmato i familiari e che avrebbero dovuto spingere gli stessi, ed in particolare il marito, ad attivarsi concretamente per sottrarre il piccolo alla madre, che oramai rappresentava per lui un pericolo.

E mentre la donna si trova ricoverata in clinica, proseguono gli accertamenti sul marito, il 49enne Lorenzo Cassinis, che al momento risulta indagato per concorso in omicidio.

Via | La Nazione

  • shares
  • Mail