Mafia: 4 arresti tra Realmonte e Porto Empedocle in operazione Dna


Quattro arresti per l’accusa di associazione mafiosa nell’agrigentino, tra Realmonte e Porto Empedocle. Le misure restrittive, eseguite stamattina dai carabinieri del Reparto operativo, sono state emesse dal gip del tribunale di Palermo, Fernando Sestio, su richiesta del sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia Rita Fulantelli.

L’operazione è stata denominata Dna per i rapporti di parentela che legherebbero gli arrestati tra loro e con alcuni capi bastone della mafia agrigentina.

Secondo le indagini gli arrestati facevano leva sulla forza di intimidazione derivante dalla loro presunta appartenenza al mandamento mafioso capeggiato dall'ex superlatitante Gerlandino Messina per imporre chi doveva lavorare nelle imprese di carpenteria metallica, in un cementificio di Porto Empedocle e in un ristorante di Realmonte.

In manette sono finiti Filippo Focoso, 41 anni, ritenuto l’uomo di spicco della famiglia di Realmonte; il 38enne Domenico Seddio, di Agrigento ma residente a Porto Empedocle; Salvatore Romeo, 52 anni, di Porto Empedocle, e Francesco Luparello, 37, di Realmonte.

  • shares
  • Mail