Senigallia, Luigi Taurino sgozzato in strada: le indagini si dirigono in Puglia

DelittoLuigiTaurino

Proseguono senza sosta le indagini sull'omicidio di Luigi Taurino, il 35enne ucciso giovedì sera a Passo Ripe (AN) con una coltellata alla gola.

A chiarire alcuni particolari ancora oscuri sarà l'autopsia che verrà eseguita martedì dal medico legale Loredana Buscemi. Nel frattempo ogni pista viene ritenuta valida, visto che nessuno sembra aver assistito al delitto.

Tra le varie ipotesi si sta valutando la possibilità che l'assassino si nasconda nel passato di Taurino, forse in Puglia, dove l'uomo era nato ed aveva vissuto prima di trasferirsi nelle Marche.

Non si esclude un regolamento di conti per questioni in sospeso: il killer, è soltanto un'ipotesi, potrebbe aver attraversato l'Italia per uccidere Taurino e, compiuto il compito, potrebbe esser tornato in Puglia.

Intanto è stata rivista la dinamica dell'aggressione. Ne parla Vivere Senigallia:

La colluttazione con l'assassino o gli assassini non sarebbe avvenuta nella piazzetta dove è stato rinvenuto agonizzante ma a qualche metro dalla sua abitazione. Nel luogo del ritrovamento Taurino ci sarebbe arrivato nel tentativo di scappare dal suo aggressore al quale, secondo gli investigatori, avrebbe opposto resistenza.

Le indagini proseguono.

  • shares
  • Mail