Carisolo, omicidio Marco Chiapparoli: in stato di fermo la fidanzata Ina Celma



Si trova in stato di fermo Ina Celma, la donna moldava accusata di aver ucciso il fidanzato Marco Chiapparoli. L’omicidio si è consumato ieri mattina nella casa in cui la coppia abitava a Carisolo (Trento). Chiapparoli, di 32 anni, è stato ucciso a coltellate, il fendente mortale alla gola.

La fidanzata avrebbe poi tentato di suicidarsi tagliandosi i polsi. Ieri è stata sottoposta a un lungo intervento per la ricostruzione dei tendini. L’ipotesi di reato a suo carico è omicidio volontario. In base agli indizi raccolti e al pericolo di fuga è scattato il fermo.

Ancora buio sulle ragioni dell’omicidio-tentato suicidio; gli investigatori aspettano che Ina sia in grado di dare la sua versione dei fatti. Ad avvisare i carabinieri un vicino di casa della coppia. «Ero uscito da poco da casa - ha raccontato l’uomo - quando mia mamma mi ha chiamato per dirmi che c'erano delle macchie di sangue sulla soglia di casa della coppia. Io le ho risposto che era impossibile, ma poco dopo ho ricevuto un'altra telefonata dello stesso tenore».

«La porta era parzialmente aperta e ho guardato dentro la stanza perché tutto appariva strano». Una volta entrato il vicino si è trovato di fronte «Un macello, c'era sangue ovunque anche sui muri. Poi ho visto il corpo di lui riverso a terra con le gambe sul letto e lei non c'era, non la vedevo. A quel punto ho avuto paura che qualcuno mi aggredisse, che potesse succedermi qualcosa e sono tornato sul pianerottolo». Poi la telefonata ai carabinieri.

Update - Ina Celma era in cura in un centro di salute mentale. È quanto hanno accertato gli investigatori che indagano sull’omicidio del fidanzato. Stamattina la donna si è svegliata dal coma farmacologico e le è stata notificata l'ordinanza emessa della Procura di Trento.

Via | Trentino Corriere delle Alpi

  • shares
  • Mail