Omicidio Sarah Scazzi, si torna in aula: oggi la requisitoria dell'accusa

Sarah Scazzi

E' ripresa stamattina, come vi abbiamo anticipato martedì, l'udienza preliminare del processo per l'omicidio di Sarah Scazzi, la 15enne uccisa ad Avetrana il 26 agosto dello scorso anno.

L'udienza si è aperta con l'intervento del gup Pompeo Carriere che ha affidato alla professoressa Paola Montagna, dirigente capo della Polizia Scientifica di Roma, l'esame della traccia biologica rinvenuta nel portabagagli dell'automobile di Cosima Serrano, accusata del delitto insieme alla figlia Sabrina Misseri.

Quella traccia sarà confrontata con il Dna della vittima e di alcune delle persone imputate: Michele Misseri, Sabrina e Cosima, Cosimo Cosma e Carmine Misseri, rispettivamente fratello e nipote di Michele, entrambi accusati di concorso in soppressione di cadavere.

L'esame dovrebbe iniziare il prossimo 25 ottobre e dovrebbe concludersi entro un paio di settimane.

L'udienza è poi andata avanti con la requisitoria dell'accusa. Il primo a prendere la parola è stato il procuratore aggiunto Piero Argentino, che ha iniziato a ripercorrere tutte le tappe fondamentali di quel delitto così come sono state ricostruite dagli inquirenti.

Subito dopo ci sarà la requisitoria del sostituto procuratore, Mariano Buccoliero, che dovrebbe concludersi con le richieste di rinvio a giudizio di tutti e tredici gli imputati.

Via | La Gazzetta Del Mezzogiorno

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: