Omicidio Melania Rea: due borse nelle indagini

MelaniaRea2011

Spuntano due borse nelle indagini sull’omicidio di Melania Rea, delitto di cui è accusato il marito Salvatore Parolisi. Ne parla Il Centro. Il caporalmaggiore dell’Esercito ha sempre detto che il giorno in cui ha denuciato la scomparsa della moglie dal pianoro di Colle San Marco, il 18 aprile scorso, Melania non aveva con sé nessuna borsa.

L’attenzione degli inquirenti sarebbe concentrata in particolare su una delle due borse...

Apparentemente è la stessa borsa che Melania Rea porta con sé la mattina del 18 aprile, quando la telecamera di un supermercato di Ascoli riprende la donna - che sarebbe stata accoltellata a morte nel bosco di Ripe poche ore dopo - mentre fa la spesa insieme al marito Salvatore Parolisi e alla figlia. Marca Alviero Martini, modello Shopping. Una borsa da 250 euro, che Melania possedeva da un anno e mezzo.

E ancora:

Il punto è che la borsa che i familiari si sono ripresi quando hanno riportato gli effetti personali della donna da Folignano nella casa paterna, a Somma Vesuviana, appare nuova di zecca. Quasi intonsa. Il sospetto, nei Rea, è maturato lentamente: e se questa non fosse “quella” borsa, ma un modello simile acquistato da Parolisi a ridosso del delitto, se non addirittura dopo, in modo da coprire la scomparsa di quella della moglie? L’unico modo per scoprire dove e quando l’accessorio è stato acquistato, a quanto pare, è analizzare il codice a barre presente all’interno. Il compito è stato affidato dai pm Davide Rosati e Greta Aloisi alla sezione di polizia giudiziaria della guardia di finanza.

L’altra borsa conterrebbe un portafogli con appena cinque euro e alcune tessere a punti del supermercato e servirebbe a dimostrare che Parolisi mandava in giro la moglie con i soldi contati. I Rea avrebbero detto agli inquirenti che Melania, quando tornava in Campania, si faceva dare spesso dei soldi dai familiari proprio perché il marito, implacabile accumulatore di risparmi sui propri conti, era molto “tirato” con lei. Che non aveva un proprio bancomat.

Intanto a breve dovrebbe esserci l’audizione davanti ai pm di Ludovica, la soldatessa ex amante di Parolisi.

  • shares
  • Mail