Treviso, sfruttamento della prostituzione: sgominata gang italo-albanese

prostituzione

E' partita stamattina, ed è ancora in corso, un'operazione della squadra mobile di Treviso finalizzata allo smantellamento di un'organizzazione italo-albanese dedita allo sfruttamento della prostituzione.

L'indagine era iniziata nel maggio scorso, quando una ragazza, dopo esser stata minacciata di essere venduta ad un clan albanese, era riuscita a fuggire e dare l'allarme.

Da lì si è scoperto il modus operandi della gang: adescavano giovani ragazze, tutte di età compresa tra i 20 e i 23 anni, in Romania e le portavano in Italia con la promessa in un lavoro.

Arrivati nel nostro Paese, però, la ragazze veniva messe a lavorare in strada o in appartamento e costrette a garantire ai loro "protettori" circa 600 euro al giorno.

Nel corso delle indagini è emerso anche il caso di una ragazza costretta ad abortire e rimessa in strada il giorno dopo, in Romania.

Maggiori dettagli sull'operazione saranno resi noti nel corso delle prossime ore.

Via | L'Unione Sarda

  • shares
  • Mail