Omicidio Sarah Scazzi, parla Sabrina Misseri: "Io come Amanda Knox, sono in carcere da innocente"

SabrinaMisseri_2010

Mi sento come Amanda, sono in carcere da innocente. Ma quattro anni qui dentro non resisto. La televisione, i giornali, mi hanno fatto illudere anche quando è venuta fuori la sentenza, ma io e mia madre siamo ancora in questa cella. Ora invece vogliamo essere messe in libertà, noi non abbiamo ucciso Sarah.

A parlare è Sabrina Misseri, in carcere insieme alla madre Cosima Serrano con l'accusa di aver ucciso, il 26 agosto 2010 ad Avetrana, la 15enne Sarah Scazzi.

Il paragone con Amanda Knox, recentemente scagionata dall'accusa di aver ucciso Meredith Kercher, era emerso anche qui su Crimeblog, nei commenti degli utenti che sostengono la colpevolezza di entrambe. La Misseri, arrestata nell'ottobre dello scorso anno, come la Knox si è sempre dichiarata innocente.

Ma, nonostante la Corte di Cassazione abbia recentemente messo in dubbio la ricostruzione del delitto fornita dagli inquirenti, i Pm continuano a ribadire la colpevolezza delle due donne di casa Misseri: "siamo certi del nostro impianto accusatorio".

Ne è convinto anche il Walter Biscotti, l'avvocato che difende la famiglia Scazzi:

Sono convinto che la verità su questo caso verrà fuori dal dibattimento nell'aula del processo, in quanto sappiamo che la bambina è entrata viva ed è uscita morta da quella casa in cui tra l'appartamento e il garage c'erano tre persone.

Intanto, dopo la decisione del 26 settembre scorso, oggi la Corte di Cassazione tornerà ad esprimersi sul delitto Scazzi: la Corte sta vagliando la richiesta avanzata dai difensori di Sabrina Misseri di spostare il processo da Taranto a Potenza per incompatibilità ambientale.

Via | La Repubblica Di Bari

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: